Si guarisce dalla Nevralgia del Nervo Pudendo?

Che cosa è la Nevralgia del Nervo Pudendo (segni e sintomi)? “Si guarisce dalla Nevralgia del Nervo Pudendo”? È la prima domanda che mi fanno molti pazienti che mi contattano tramite email, telefono; la seconda domanda è “in quanto tempo”?

La loro disperazione nasce dal fatto che non riescono a reperire materiale su cui farsi un’idea concreta di cosa gli stia accadendo e intanto i dolori al Pudendo li dilaniano, i professionisti scarseggiano e quelli che trovano non sanno dare risposte, evadendole
con altre. Insomma, lo scenario è molto deprimente!

Della Nevralgia del Nervo Pudendo se ne parla poco o quasi nulla, ma ad oggi sono molte le persone che ne soffrono. Tuttavia, affliggendo una parte così intima del nostro corpo, come i genitali, c’è molto pudore e reticenza. La donna, rispetto all’uomo, è più colpita dalla Nevralgia del Pudendo. In entrambi i sessi, molti sintomi e segni sono uguali, altri cambiano in quanto i genitali maschili e femminili sono differenti.

Sono tanti i pazienti che ricevono diagnosi e terapie per prostatiti inesistenti o infezioni vaginali, cistite batterica, vaginiti mai avute. E’ scontato che chiunque stia male vada dal medico; è una prassi scontata, ma non sempre si trova un bravo medico. Difatti, se il dottore non capisce la tua vera patologia e non ha l’umiltà di ammetterlo, spesso ti liquida con un protocollo inadeguato.

Frequentemente i medici passano anni a curare malattie che il paziente con la Nevralgia del Pudendo non ha mai avuto e capita che i dolori, invece di diminuire o scomparire, aumentino. Succede che i pazienti mi raccontano che vengono presi per pazzi, se contestano la terapia ricevuta.

Ammetto che alcuni sintomi sono simili ad una prostatite o a un’infezione vaginale, però bisogna andare un po’ oltre il proprio naso, no? Cerchiamo di capire di cosa stiamo parlando, dei sintomi e segni che colpiscono il paziente affetto da nevralgia del Nervo Pudendo.

Come scrivevo all’inizio, i sintomi della Nevralgia del Pudendo, nella donna e nell’uomo spesso sono uguali; altri si differenziano in quanto i genitali sono differenti. Partiamo con quelli in comune in entrambi i generi: bruciore anale, dolore alle
defecazione durante o dopo aver terminato.

C’è chi avverte anche la sensazione di oggetti estranei in ano (e nella donna anche in vagina); pesantezza perineale; formicolio perineale; parestesie ai genitali. Altri sintomi della Nevralgia del Pudendo sono iperalgesia al freddo o al caldo (stimoli termici che normalmente non provocano dolore, sono in grado di provocarlo); dolore durante o dopo i rapporti sessuali.

Altri pazienti lamentano difficoltà a stare seduti, ovvero dopo pochi minuti avvertono un dolore molto intenso che li obbliga ad alzarsi. A tali sintomi, molte volte può associarsi una sciatalgia che si irradia fino a metà ginocchio o all’alluce. Il dolore al nervo sciatico non lo produce il Nervo Pudendo, ma la tensione del paziente nel tenere contratti i glutei per contrastare il dolore pelvico. Ciò produce un ipertono dei muscoli extrarotoari come il muscolo Piriforme dove sotto di esso passa il nervo sciatico. Quando esso viene schiacciato, genera una sciatalgia.

Come si può notare, alla nevralgia pelvica si associano altri disturbi per contingenza (sovrapubici, all’inguine, al coccige, al gluteo, alla coscia, alla gamba, bruciore ai piedi). Il paziente affetto da Nevralgia del Pudendo, spesso avverte anche dolore alla minzione. A peggiorare maggiormente i sintomi sono lo stress, nervosismo, arrabbiature, così come con la sopraggiunta dei cambi di stagione, il freddo, l’umidità. Sì, tutto questo è il mondo della nevralgia del Nervo Pudendo!

Ora andiamo più nello specifico in base al sesso del paziente. I sintomi della Nevralgia del Pudendo nelle donne sono quantificabili in: scosse alla clitoride; sensazioni di spilli sulla clitoride; arrossamento della clitoride; dolore alle grandi labbra; prurito intimo vaginale. Si può avere anche la sensazione di taglietti dopo un rapporto sessuale in vagina; brucione interno alla vagina; impossibilità ad essere penetrate.

Spesso anche orgasmi frequenti, spontanei molto fastidiosi con dolori trafittivi in situazioni fuori contesto e imbarazzanti. Altre volte si manifestano come ipersensibilità alla stimolazione clitoridea; frequente stimolo ad urinare, con un getto molto debole e perdita di gocce dopo la minzione.

I sintomi della Nevralgia del Pudendo nell’uomo sono: Dolore scrotale o ai testicoli; scosse e/o parestesie ai testicoli; spilli sul glande; scarsa erezione. Si può manifestare, inoltre, difficoltà a mantenere l’erezione; dolore all’erezione; dolore alla vescica. Di norma, sia nell’uomo che nella donna, i sintomi si attenuano o scompaiono durante il riposo notturno o da sdraiati.

Purtroppo se si sbaglia medico, questi il più delle volte dice che si tratta solo un problema psicologico, dovuto a un momento di depressione o di stress. In quei casi è meglio pagare e andare via! Il medico che fa queste diagnosi in verità non ha capito nulla. Non ci sarebbe nulla di male ad ammetterlo. Un pizzico di umiltà non fa mai male, come quello di preoccuparsi di aiutarvi a trovare uno specialista del dolore al Nervo Pudendo, guadagnandosi la profumatissima parcella che chiedono.

Lecce Michelangelo Osteopata Roma specializzato nel trattamento della nevralgia del Pudendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Si guarisce dalla Nevralgia del Nervo Pudendo?

Che cosa è la Nevralgia del Nervo Pudendo (segni e sintomi)?
“Si guarisce dalla Nevralgia del Nervo Pudendo”? È la prima domanda che mi fanno
molti pazienti che mi contattano tramite email, telefono; la seconda domanda è “in
quanto tempo”?
La loro disperazione nasce dal fatto che non riescono a reperire materiale su cui farsi
un’idea concreta di cosa gli stia accadendo e intanto i dolori al Pudendo li dilaniano,
i professionisti scarseggiano e quelli che trovano non sanno dare risposte, evadendole
con altre. Insomma, lo scenario è molto deprimente! Della Nevralgia del Nervo
Pudendo se ne parla poco o quasi nulla, ma ad oggi sono molte le persone che ne
soffrono. Tuttavia, affliggendo una parte così intima del nostro corpo, come i genitali,
c’è molto pudore e reticenza. La donna, rispetto all’uomo, è più colpita dalla
Nevralgia del Pudendo. In entrambi i sessi, molti sintomi e segni sono uguali, altri
cambiano in quanto i genitali maschili e femminili sono differenti.
Sono tanti i pazienti che ricevono diagnosi e terapie per prostatiti inesistenti o
infezioni vaginali, cistite batterica, vaginiti mai avute. E’ scontato che chiunque stia
male vada dal medico; è una prassi scontata, ma non sempre si trova un bravo
medico. Difatti, se il dottore non capisce la tua vera patologia e non ha l’umiltà di
ammetterlo, spesso ti liquida con un protocollo inadeguato.
Frequentemente i medici passano anni a curare malattie che il paziente con la
Nevralgia del Pudendo non ha mai avuto e capita che i dolori, invece di diminuire o
scomparire, aumentino. Succede che i pazienti mi raccontano che vengono presi per
pazzi, se contestano la terapia ricevuta. Ammetto che alcuni sintomi sono simili ad una
prostatite o a un’infezione vaginale, però bisogna andare un po’ oltre il proprio naso,
no? Cerchiamo di capire di cosa stiamo parlando, dei sintomi e segni che colpiscono
il paziente affetto da nevralgia del Nervo Pudendo.
Come scrivevo all’inizio, i sintomi della Nevralgia del Pudendo, nella donna e
nell’uomo spesso sono uguali; altri si differenziano in quanto i genitali sono differenti.
Partiamo con quelli in comune in entrambi i generi: bruciore anale, dolore alle
defecazione durante o dopo aver terminato; sensazione di oggetti estranei in ano (e
nella donna anche in vagina); pesantezza perineale; formicolio perineale; parestesie ai
genitali. Altri sintomi della Nevralgia del Pudendo sono iperalgesia al freddo o al
caldo (stimoli termici che normalmente non provocano dolore, sono in grado di
provocarlo, ad es. immergendo l’area in acqua tiepida); dolore ai rapporti sessuali;
(durante o dopo). Altri pazienti lamentano difficoltà a stare seduti, ovvero dopo pochi
minuti avvertono un dolore molto intenso che li obbliga ad alzarsi. A tali sintomi,
molte volte può associarsi una sciatalgia che si irradia fino a metà ginocchio o
all’alluce.Il dolore al nervo sciatico non lo produce il Nervo Pudendo, ma la tensione del
paziente nel tenere contratti i glutei per contrastare il dolore pelvico, producendo un
ipertono dei muscoli extrarotoari come il muscolo Piriforme dove sotto di esso passa il
nervo sciatico. Quando esso viene schiacciato, genera una sciatalgia. Come si può
notare, alla nevralgia pelvica si associano altri disturbi per contingenza (sovrapubici,
all’inguine, al coccige, al gluteo, alla coscia, alla gamba, bruciore ai piedi). Il paziente
affetto da Nevralgia del Pudendo, spesso avverte anche dolore alla minzione: a
peggiorare maggiormente i sintomi sono lo stress, nervosismo, arrabbiature, così come
con la sopraggiunta dei cambi di stagione, il freddo, l’umidità. Sì, tutto questo è il
mondo della nevralgia del Nervo Pudendo!
Ora andiamo più nello specifico in base al sesso del paziente. I sintomi della Nevralgia del
Pudendo nelle donne sono quantificabili in: scosse alla clitoride; sensazioni di spilli sulla
clitoride; arrossamento della clitoride; dolore alle grandi labbra; prurito intimo vaginale;
sensazione di taglietti dopo un rapporto sessuale in vagina; brucione interno alla vagina;
impossibilità ad essere penetrate. Spesso anche orgasmi frequenti, spontanei molto fastidiosi
con dolori trafittivi in situazioni totalmente sconvenienti ed imbarazzanti: per strada e/o
durante lo svolgimento del proprio lavoro. Altre volte si manifestano come ipersensibilità
alla stimolazione clitoridea; frequente stimolo ad urinare durante il giorno oltre le 5/6 volte,
ma con un getto molto debole e perdita di gocce dopo la minzione.
I sintomi della Nevralgia del Pudendo nell’uomo sono: Dolore scrotale o ai testicoli;
scosse e/o parestesie ai testicoli; spilli sul glande; scarsa erezione; difficoltà a mantenere
l’erezione; dolore all’erezione; dolore alla vescica. Di norma, sia nell’uomo che nella donna,
i sintomi si attenuano o scompaiono durante il riposo notturno o quando si sta in posizione
sdraiata sul letto o divano, su una superfice che lo permette.
Purtroppo se si sbaglia medico, questi il più delle volte dice che si tratta solo un problema
psicologico, dovuto a un momento di depressione o di stress. In quei casi è meglio pagare e
andare via! Il medico che fa queste diagnosi in verità non ha capito nulla. Non ci sarebbe
nulla di male ad ammetterlo. Un pizzico di umiltà non fa mai male, come quello di
preoccuparsi di aiutarvi a trovare uno specialista del dolore al Nervo Pudendo,
guadagnandosi la profumatissima parcella che chiedono.

Lecce Michelangelo Osteopata Roma specializzato nel trattamento della nevralgia del
Pudendo.

I commenti sono chiusi.